Con grande passione verso la ricostruzione dell’Alp de Lagh

La salita all’alpe agli inizi degli anni novanta sarebbe dovuta essere l’ultima: la cascina degli alpigiani e la stalla erano in uno stato talmente pietoso, che un ulteriore estate sull’alpe non si poteva pretendere nè dagli alpatori nè dagli animali. Per l’Alp de Lagh si prospettava la fine.

Che tutto sarebbe andato diversamente, ci dimostra il carico dell’alpe nel 2004. Questo successo lo dabbiamo soprattutto al piccolo comune di Verdabbio, che da più di sette anni si ingaggia con instancabile impegno per il mantenimento dell’alpe.

Che cosa si ha realizzato fino ad ora?

2004 - I due cascinotti vengono riattati
Nella primavera del 2004 i cascinotti per il formaggio e il latte sono stati ristrutturati, per permettere l’alpeggio durante la stagione estiva.

I nostri antenati sapevano fare bene il proprio mestiere: così anche in estate le due cantine sono sempre belle fredde.

Immagini

 

2004 - La produzione di formaggio in un provvisorio
Ai fini di permettere in tempi brevi la ripresa dell’alpicoltura, nel 2004 sono stati posati due contenitori prefabbricati. All’interno di queste strutture provvisorie sono stati installati un caseifcio moderno, i servizi igienici e la caldaia per la produzione di vapore.

Queste prime realizzazioni sono state sostenute finanziariamente da diverse organizzazioni e fondazioni.

Immagini

 

2004 - Ripresa della produzione di formaggio
Vengono prodotti i formaggi tipici della regione:
il formaggio a pasta semidura con crosta grigia, la formaggella, matura in circa 6 settimane, e i formaggi freschi, formaggini e büscion, gustosi conditi con olio d’oliva e aceto di vino.

L’Alp de Lagh è anche conosciuta per lo yogurt di pecora, il pecorino, il formaggio feta e altre specialità.

Dal 2006 l’alpe è condotta secondo le direttive dell’agricoltura biologica. Immagini

 

volontari
2004 - La pulizia dei pascoli
Per consentire il ritorno della gestione dell’Alp de Lagh, si sono dovuti estirpare numerosi arbusti, giovani alberi, come pure togliere numerose pietre dai pascoli e risistemare il sentiero per l’alpe.

Diverse scuole, gruppi di giovani e del servizio civile hanno prestato il loro grande aiuto.

 

2004 - Carico con antiche razze animali
ProSpecieRara è una fondazione svizzera che tutela dall’estinzione animali e specie vegetali antiche, dando loro un futuro. Così si promuove sull'alpe in modo particolare la capra grigia (vedi immagine). Questa razza caprina, proprio originaria di queste regioni, è fortemente micacciata in Svizzera.

Grazie alla collaborazione con ProSpecieRara, sui pascoli dell’Alp de Lagh si possono ammirare la vacca grigia retica, la pecora engadinese, diverse razze caprine rare, il maiale lanuto, la gallina svizzera, e altro ancora. Immagini

 

2005/2006 - Grandi passi avanti
L’edificio alpestre è stato ampliato con il nuovo caseificio e l’alloggio per il pastore. Si è dato particolare importanza alle caratteristiche costruttive storiche della regione. I sassi sono stati raccolti e lavorati sul posto e in parte murati con una malta di calce, già conosciuta ai romani.

Questa grandiosa costruzione in sasso è stata realizzaza grazie alla collaborazione fra specialisti, manovali del posto e gli apprendisti della Marti AG di Zurigo.

Immagini

 

2006 - Dormire nelle jurte
Nell'estate 2006 sono state piazzate due jurte autentiche della Chirghisia presso l'Alp de Lagh. Queste sono tende circolari di feltro tipiche dei nomadi del Centroasia.

Vengono offerte per bambini e gruppi di giovani giornate all'alpe con pernottamento nelle jurte. Queste sono anche a disposizione per escursionisti e altri interessati.
Il WWF organizza ogni anno dei campi natura per bambini e ragazzi all'alpe!

Immagini

 

2007/2008 - Il nuovo tetto in piode è realizzato
Nel 2007 l'Alp de Lagh ha ricevuto un nuovo tetto in piode di gneiss. Nel 2008 si ha messo a posto gli interni degli edifici.

Immagini

 

2009 - Gli edifici alpestri sono terminati!
Gli edifici alpestri sono finalmente terminati: si casa nella nuova caseria (cascina di mezzo) ed il rustico (cascina in basso) è aperto e messo a discposizione per gruppi ed escursionisti. La struttura provvisoria con i due contanainer per caseria e servizi igienici è stata tolta.

Immagini

 

L'Alp de Lagh ha una propria pagina internet.